PERCHE’ VOGLIO GUIDARE ALLA GRAZIA

PERCHE’ VOGLIO GUIDARE ALLA GRAZIA

Se dovessi spiegare il mio approccio alla relazione d’aiuto, se mi è chiesto di dire in breve che lavoro faccio mi trovo di fronte a un’ardua e semplice impresa. Poiché la vita funziona per polarità, cioè al basso risponde un alto e al “fuori” corrisponde un “dentro”, non posso che definire questa impresa proprio come ho detto: ardua e semplice quanto l’esistenza. Credo che anche tu conosca questi due aspetti del vivere quotidiano.

Mi è semplice dirti quanto con:

  • i Liberi percorsi di Talenti®,
  • le sessioni di Counseling
  • e l’approccio embriologico™

l’intento sia quello di riportare le persone nella propria pelle. Non mi è affatto facile spiegarti il “come”.

 

LA PESSIMA VISIONE DELL’UOMO IN 5 STEP

Attraverso l’influenza del Marketing anche la relazione d’aiuto e i servizi alla salute si sono trasformati in una risposta alla domanda. Lo stesso Seth Godin propone di trovare un lucchetto, la domanda di un pubblico e diventarne la risposta, la chiave. Ecco allora che l’evoluzione umana si trasforma nei seguenti titoli:

  • diventa imprenditore di te stesso in 5 step
  • acquisisci visibilità attraverso 7 segreti

 

Anche i professionisti della relazione d’aiuto ci stanno cascando. Slide e piccole, inutili serate di mini corsi sostituiscono il valore del processo creativo. Assaggi di idee, pillole e altre “cose smart” ci portano nel supermercato dell’anima.

 

Chi mi contatta per cambiare la propria vita, lavorare sulle proprie emozioni, iniziare il viaggio alla scoperta del proprio talento vuole quei 3 incontri, le 5 fasi, i 9 riti iniziatici che precedono il magico cambiamento di tutta l’esistenza. Tu sei un processo unico ed irripetibile. Nessun professionista che si rispetti sa in quanto tempo troverai quello che cerchi attraverso il suo lavoro perchè è la vita che ci guida e ti guida nell’evoluzione, non le pretese che su di essa abbiamo.

 

NON ESSERE FOLLE, TORNA A MISURA D’UOMO

La grazia dell’esistenza è in costante dialogo con il mistero. Non è un affare della psicologia né tantomeno del Counseling. Il mistero è della Vita. La Vita è la mia missione per te. Insegno alle persone a rallentare sul serio e a tornare alla misura del proprio esserci e fare. Nella misura vi è tutta la grazia di chi sei, quel mistero che piano piano illuminerai con il tuo esistere.

 

Che tu scelga di lavorare con me per comprendere i tuoi talenti, avvicinare il cambiamento nella quotidianità hai da comprendere che io non sono la “soluzione” di un bel niente. La chiave di te stesso sei tu, hai solo bisogno di uscire dal vortice della fretta, dei desideri indotti per recuperare la tua vocazione (voce+ azione). Il mio compito è allora quello di invitarti a fare spazio, vuoto e calma affinchè le cose vere della tua esistenza possano vibrare, cantare la melodia che sei.

 

Tutto ciò è la grazia: la connessione profonda con la Vita ed il Creato. Volere per sé stessi  5 step è un insulto alla grandezza umana, immensità che non abbiamo più il coraggio di abitare.  L’invito del mio fare è piuttosto quello del coraggio, un valore che per essere acquisito ha bisogno di tempo, tempo, tempo. Oggi siamo spavaldi e temerari in nome di niente. Ecco perché l’intento che mi guida è insegnare la grazia di “essere umani”. Solo tu però hai il disegno di chi sei, nella tua anima e nel fare quotidiano. Andiamo a fare la sua conoscenza.

 

COSA SIGNIFICA LAVORARE SU DI TE ATTRAVERSO I MIEI STRUMENTI

Incontrare il proprio stato di grazia non ha a che vedere con concetti fumosi sull’esistenza. Il tuo corpo, il movimento, il carattere e le passioni che abiti sono il tuo personale stato di grazia. Non si comprende come mai l’uomo releghi il proprio amore a margine della società dei consumi.

Andare a recuperare i tuoi doni e farli risplendere nel quotidiano è il mio compito attraverso il tuo impegno. Chi ti promette miracoli o soluzioni smart, nonché poco radicate e concrete risponde piuttosto alle illusioni del tuo ego. Essere felici richiede sostanzialmente due cose: impegno e abbandono.

 

Impegno nei confronti di sé stesso: credersi oggi è la sfida di moderni guerrieri medievali. È più semplice mettere la propria vita nelle mani degli altri. È arduo costruire il coraggio delle proprie idee, farlo nella materia e non “nei cieli”.

 

Abbandono: abbiamo paura della morte delle cose. La convenienza ha superato l’autenticità. Tutto ciò che oggi ritieni essere “comodo” nelle relazioni e nel lavoro ti sta sottraendo due cose preziose che nessuno ti ridarà: tempo ed energie per la gioia. Abbandonare ciò che ci usura è la seconda ardua impresa poiché “lo sconosciuto” spaventa tanto quanto il mistero.

La grazia di chi sei risiede però esattamente qui, fra mistero e sconosciuto. La grandezza ti aspetta nel piccolo di ogni giorno se hai il coraggio di crederti. Puoi imparare a farlo. Non in 5 step. Ti è data tutta l’esistenza.

 

Per informazioni e appuntamenti sui Liberi percorsi di Talenti® e sulle Sessioni individuali di Counseling: 3275304126